Vi riportiamo l’appello lanciato da Stefano Bellotti, responsabile area tecnico sportiva FIPAV, dove chiede la partecipazione di tutto il movimento del volley attraverso le varie piattaforme social:

“Tra le molteplici qualità del nostro movimento c’è sempre stata la capacità di rendersi disponibili e attivi per il nostro sport ed il profondo rispetto per chi lo pratica a tutti i livelli, come peraltro ampiamente dimostrato nella nostra ultima riunione di lunedì scorso, momento di grande confronto e partecipazione attiva.

Questo preciso momento storico ci trova tutti spiazzati e incerti su quanto avverrà, ma ci sono volontà e idee per proseguire il cammino interrotto. La nostra Pallavolo vive e genera i propri frutti nelle palestre, moltissime scolastiche, che accompagnano non solo la vita sportiva dei nostri tantissima praticanti. Questo contesti di luogo non confinato solo allo sport, potrebbe diventate distante o addirittura venirci precluso.

A partire da oggi, tutti insieme, vogliamo lanciare una campagna sui social, a cui chiediamo di aderire e che vogliamo, insieme a voi, far diventare  il più estesa e condivisa possibile. Vogliamo sottolineare queste esigenze dando dei messaggi che facciano capire l’importanza, non solo sportiva, di questi contesti, dove una comunità si muove e vive , e dove tanti giovani praticanti costruiscono  anche  la propria formazione  e crescita.

La campagna si articola partendo da una immagine  intorno alla quale abbiamo costruito dei messaggi che evidenziano il bisogno di ritornare nelle palestre e tornare a dargli colore e vitalità, come sempre ha fatto il volley con il suo articolato movimento.

I claim saranno tre , l’immagine sempre la stessa. I social utilizzati Facebook, Twitter e Istagramm

Le uscite previste sono quindi:  alle ore 12 di oggi 14 agosto, le successive sempre alle 12 del 21 e del 28 agosto.

Chiediamo a tutti di  condividere alla stessa ora e negli stessi giorni indicati, partendo da domani, il post, e coinvolgere il proprio territorio nel sostegno a questa campagna.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema e porre l’attenzione su una potenziale problematica che svilirebbe di molto la nostra disciplina sottraendole i luoghi che le sono più propri.

Non resta quindi che far sentire la nostra voce partendo da domani dai social.

 

Cordiali saluti.”